Letture totali: 8821

Area: Tributi

Ufficio: AREA ENTRATE E TRIBUTI

COS'E'
La tassa sui rifiuti (cosiddetta TARI) è una delle tre componenti dell'Imposta Unica Comunale (cosiddetta IUC) è stata istituita con la Legge n. 147/2013 (Stabilità 2014) al fine di coprire i costi del servizio rifiuti, come spazzamento e lavaggio strade, raccolta e trasporto dei rifiuti, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento dei rifiuti e costi amministrativi di gestione.
Sostituisce la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (cosiddetta TARSU).
La TARI è disciplinata dal Regolamento IUC approvato dal Consiglio Comunale con Delibera n. 33 del 31/07/2014.
Le tariffe sono state determinate dal Consiglio Comunale con Delibera n. 36 del 31/07/2014.

CHI E PER COSA DEVE PAGARE
La Tari deve essere pagata da chiunque possegga o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati.
Sono escluse le aree scoperte pertinenziali e le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 del Codice Civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.
La presenza di arredo oppure l'attivazione anche di uno solo dei pubblici servizi di erogazione idrica, elettrica, calore, gas, telefonica o informatica, costituisce presunzione dell'occupazione o conduzione dell'immobile e della conseguente attitudine alla produzione di rifiuti (tassazione).

QUANDO SI PAGA
Per il pagamento della Tassa provvederà il Comune ad inviare ai cittadini apposito modello F24 già compilato, tenendo conto di quanto già versato in acconto nel mese di giugno.
La scadenza per il pagamento sarà il 16/12/2015.

DICHIARAZIONI
La dichiarazione di inizio o cessazione occupazione dei locali, nonché le variazioni di superficie, del tipo di attività e la richieste di agevolazioni devono essere effettuate entro il 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio dell'evento stesso, ma è facoltà del contribuente presentare la dichiarazione al verificarsi dell'evento (scelta consigliata per il corretto calcolo e successivo pagamento del tributo dell'anno di riferimento).
A differenza della TARSU il calcolo della TARI terrà conto anche del numero degli occupanti dei locali.
Tale numero è dato dal numero di componenti del nucleo familiare risultante all'Anagrafe del Comune, salvo diversa e documentata dichiarazione dell'utente, che deve essere presentata all'Ufficio Tributi del Comune entro il 30/09/2015, utilizzando l'apposito modello messo a
disposizione del Comune.

AGEVOLAZIONI
Sono state previste le seguenti agevolazioni:
1. La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, agli agricoltori che occupano la parte abitativa della costruzione rurale con la riduzione del 20%.
2. Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell'utilizzo in sito del materiale prodotto si applica una riduzione del 10% sia della parte fissa che della parte variabile.
3. La tassa si applica nella misura del 50% per i locali di abitazione di soggetti portatori di handicap o invalidi in misura superiore al 60% e con reddito annuale complessivo ai fini IRPEF del nucleo familiare non superiore ad Euro 12.669,00.
4. Sono esenti dalla tassa le abitazioni occupate da nucleo familiare il cui indice della situazione economica equivalente (ISEE) non sia superiore al minimo vitale ai fini dell'integrazione del minimo pensionistico, stabilito annualmente dall'INPS.
5. Le unità abitative, di proprietà o possedute a titolo di usufrutto, uso o abitazione da soggetti già ivi anagraficamente residenti, tenute a disposizione dagli stessi dopo aver trasferito il domicilio in Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.) o istituti sanitari e non locate, sono esenti dall'applicazione della TARI per la sola quota di tariffa variabile, di cui al relativo Allegato B alla deliberazione di Consiglio Comunale di determinazione delle tariffe TARI dell'anno di riferimento. Per la determinazione della quota di tariffa fissa il numero degli occupanti è fissato ad una unità.
6. Le utenze domestiche tenute a disposizione dal proprietario sono esenti dall'applicazione della TARI per la sola quota di tariffa variabile, di cui al relativo Allegato B alla deliberazione del Consiglio Comunale di determinazione delle tariffe TARI dell'anno di riferimento. Per la determinazione della quota fissa il numero degli occupanti è fissato ad una unità.
Tutte le agevolazioni saranno concesse a domanda degli interessati (utilizzando il corrispondente modello messo a disposizione dal Comune).

 

A CHI RIVOLGERSI: 

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 13.30
Mercoledì: mattina CHIUSO pomeriggio dalle 16.30 alle 18.15
Sabato dalle 9.00 alle 11.30

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  Modulo n. 3 - DICHIARAZIONE CESSAZIONE OCCUPAZIONE DELL'IMMOBILE O CAMBIO INTESTAZIONE
  •  Modulo n. 4 - DICHIARAZIONE DECESSO DEL CONTRIBUENTE
  •  Modulo n. 5 - DICHIARAZIONE DI LOCALI NON UTILIZZABILI - vuoti e privi di utenze o in ristrutturazione
  •  Modulo n. 6 - DICHIARAZIONE DI LOCALI VUOTI A DISPOSIZIONE (ammobiliati e/o con utenze attive)
  •  Modulo n. 7 - DICHIARAZIONE DI RICOVERO CONTRIBUENTE IN ISTITUTO SANITARIO
  •  Modulo n. 8 -RICHIESTA DI RIDUZIONE PER COMPOSTAGGIO DOMESTICO
  •  Modulo n. 9 -RICHIESTA DI RIDUZIONE PER INVALIDITA'
  •  Modulo n. 10 - RICHIESTA RIDUZIONE PER AGRICOLTORI
  •  Modulo n. 11 - DENUNCIA CONDIZIONE PER LA CONCESSIONE DI RIDUZIONI E/O AGEVOLAZIONI
  •  Modulo n. 12 - RICHIESTA DI DISCARICO/RIMBORSO DELLA TASSA SUI RIFIUTI
  •  Modulo n. 13 - RICHIESTA DILAZIONE PAGAMENTI UTENZE NON DOMESTICHE
  •  Modulo n. 14 - RICHIESTA DILAZIONE UTENZE DOMESTICHE
  •  Modulo n. 15 - comunicazione quantitativi rifiuti speciali
  •  Modulo n. 1 - DENUNCIA DEI LOCALI ED AREE TASSABILI
  •  PIANO FINANZIARIO 2018
  •  TARIFFE TARI 2018
  •  Modulo n. 16 - DICHIARAZIONE SUPERFICI NON DOMESTICHE