MONITORAGGIO E PREVENZIONE DEI RISCHI DA PROCESSIONARIA (DEL PINO E DELLA QUERCIA)

Area: Ambiente
Pubblicato il: 04/05/2020

Torna con la stagione primaverile il consueto, quanto naturale, fenomeno della processionaria del Pino, dovuta a un insetto.

La Processionaria del Pino è una farfalla le cui larve (o bruchi) si sviluppano su Conifere, pini in particolare, quella della quercia è una farfalla notturna caratteristica dei boschi di querce (cerro, roverella, farnia).

Possono arrecare danni alle piante e causare a persone e animali, che risiedono o frequentano le aree interessate dall’infestazione di tali insetti, azioni epidermiche e allergiche.

Infatti le larve svernanti sono provviste di peli urticanti al contatto che, liberati nell’ambiente e trasportati dal vento (comunque nell’ordine di qualche centinaio di metri), possono provocare irritazioni cutanee, oculari, alle mucose ed alle vie respiratorie in soggetti particolarmente sensibili.

Indicativamente i periodi critici (larve a maturazione) sono: per la processionaria del Pino Febbraio-Marzo, per la Processionaria della quercia Maggio-Giugno.

In natura la specie è controllata da alcuni antagonisti tra i quali diversi predatori (uccelli, coleotteri, ditteri, imenotteri, ecc.), parassitoidi e altri agenti biotici, batteri e virus.

Considerati gli effetti negativi di questi insetti, si rende quindi necessario intervenire in termini di difesa, contenimento e prevenzione.

Tutti i proprietari di aree verdi e gli amministratori di condomini che hanno in gestione aree verdi private sul territorio comunale, devono effettuare le ispezioni sugli alberi e, in caso di presenza di nidi di processionaria, è necessario rivolgersi a ditte specializzate.

In allegato al presente articolo l’AVVISO con le prescrizioni e i divieti sul territorio comunale.

Si allega un documento di indirizzo della competente ATS della Città Metropolitana di Milano del 13 luglio 2018.

Al fine del monitoraggio è utile informare il Dipartimento Igiene e Prevenzione Sanitaria della ATS della Città Metropolitana di Milano competente per territorio.

Si precisa che è necessario intervenire per la Processionaria, non per altre specie di lepidotteri che nello stadio larvale assomigliano molto alla Processionaria, come l’Hyphantria cunea che è assolutamente innocuo per l’uomo e gli animali.

Si informa inoltre che dagli Organi/Enti competenti regionali non sono pervenuti al Comune comunicazioni/avvisi in merito a situazioni e problematiche particolarmente gravi sul territorio.

Eventuali segnalazioni della presenza di processionaria su aree non di proprietà (sia pubbliche che private) vanno indirizzate alla Polizia Locale.

 

Il Responsabile dell’Area

Governo del Territorio e Ambiente