Letture totali: 3649

Area: Lavori pubblici

Ufficio: AREA ENTRATE E TRIBUTI

Il canone concessorio non ricognitorio è dovuto, per ciascun anno solare, per le occupazioni del demanio e del patrimonio stradale del Comune di Rescaldina.
Sono tenuti al pagamento il concessionario o, in mancanza, l'occupante di fatto, anche se abusivo.
Nel caso di pluralità di occupanti di fatto, gli stessi sono tenuti in solido al pagamento del canone.
Le occupazioni realizzate al di fuori della sede stradale sono comunque considerate come effettuate entro i limiti delle fasce di rispetto stradale e pertanto assoggettate al pagamento del canone.
Sono, altresì, assoggettate le occupazioni di tratti di strada per le quali il Comune esercita la potestà autorizzatoria ai sensi dell'art. 2, comma 7, del Codice della Strada e le occupazioni di aree private gravate da servitù di uso pubblico.

 

 

COSA OCCORRE: 

Occorre presentare istanza, per il rilascio dell'autorizzazione all'occupazione del demanio o patrimonio stradale, presso l'Ufficio Tecnico comunale.
L'autorizzazione sarà rilasciata previo pagamento dell'ammontare del canone dovuto

COSTI:
 

L'ammontare del canone è commisurata, a seconda della tipologia, a corpo in metri liberati o metri quadrati.

 

NORME COMUNALI O SUPERIORI: 

L'applicazione del canone concessorio non ricognitorio è disciplinato dall'art. 27, commi 5, 7 e 8, del Decreto Legislativo 30 aprile, n. 285 (Nuovo Codice della Strada) e adottato nell'esercizio della potestà regolamentare riconosciuta ai Comuni dall'art. 52 del Decreto Legislativo 15 dicembre 1997, n. 446.

 

NON TUTTI SANNO CHE: 

Il canone concessiorio non ricognitorio è riscosso in aggiunta alla tassa per l'occupazione spazi ed aree pubbliche (TOSAP) eventualmente dovuta per l'occupazione permanente

NOTE: 

Per maggiori dettagli e approfondimenti si invita a prendere visione della Delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 28.06.2013 e del Regolamento allegato.
L'applicazione delle norme inerenti il canone concessorio non ricognitorio hanno effetto con decorrenza 1 gennaio 2013

 

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N. 21/2013
  •  REGOLAMENTO CANONE NON RICOGNITORIO
  •  ALLEGATO 1 AL REGOLAMENTO
  •  ALLEGATO 2 AL REGOLAMENTO